Come denti di leone – Magda

Dato che ho finito ieri di revisionare pesantemente il primo racconto di “Come denti di leone” – a cui in realtà manca ancora un titolo, ma ci stiamo lavorando^^ – e Sabrina me l’ha appena approvato, segno che insomma, la cosa procede e quasi sicuramente vedrà davvero la luce in tempi non geologici, festeggio pubblicando un’altra moodboard fatta a tarda notte, quando si è troppo stanchi per scrivere ma si continua lo stesso a navigare Pinterest.

Questa volta si tratta di Magda, la sorella di Jude^^, uno dei primi personaggi femminili nati nella Rosa (e che tra l’altro, nella versione di quella storia che pubblicheremo come romanzo, avrà un ruolo ulteriormente approfondito).^^ Io adoro la donna che è diventata e provare a immaginarla ragazzina è stato divertentissimo: spero che piacerà anche a chi la ritroverà in questo racconto, e a chi magari la conoscerà da zero.^^

(Non sono del tutto sicura di come il colore portante del collage sia diventato il rosa, perché non era una cosa preventivata – affatto – ma, in qualche modo strano, penso che le si addica comunque.^^ E quella citazione – nonostante la dimensione elitista a cui rimanda, o forse proprio per quello – la descrive davvero bene.)

Come denti di leone - Magda (2)

Sotto il cut, un brevissimissimo estratto del racconto di suo fratello: la sua prima apparizione mentre si prepara per la parata del Pride.

Nello specchio, gli occhi di Magda sono enormi e sgranati: è un’eternità che Jude la guarda sfumare il trucco e il risultato è che sembrano ancora più grandi, così contornati di rosa e di viola e di azzurro. Non è del tutto sicuro di apprezzare l’effetto. Appollaiato sull’angolo della sua toeletta, cerca di non farlo notare; incrocia le braccia sul petto.

«È che non capisco perché dovrei venire,» esordisce. In realtà, hanno già affrontato l’argomento mille volte.

Sua sorella inclina la testa verso il riflesso, come per valutare il risultato complessivo, poi richiude lentamente il contenitore dell’ombretto. «Non sei costretto, infatti,» risponde, distratta.

Dal letto, masticando il suo chewing-gum, Eve allunga un braccio sopra le gambe di Jude per porgerle il mascara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...