Read Harder Challenge 2018

Read Harder ChallengeÈ da un po’ che accarezzo l’idea di partecipare a qualche challenge libresca – a parte quelle numeriche, perché anche la mia pigrizia è sconfitta dalla praticità provvidenziale di GoodReads – e quest’anno ho deciso di provare finalmente a cimentarmi con la Read Harder Challenge 2018 di BookRiot. Per chi non la conosce, consiste in un elenco di ventiquattro caratteristiche più o meno insolite da cui farsi guidare nella scelta delle proprie letture: lo scopo è, come dice il nome stesso, di spronare a leggere in modo più “difficile”, o almeno, uscendo dalla propria safe zone.

Io ho l’impressione di barare un po’, in realtà, perché le task di quest’anno mi piacciono così tanto che, più che spronarmi a leggere libri che altrimenti non avrei letto, sembrano autorizzarmi a leggere cose che in realtà ho in lista da mezzo secolo, quindi… Per riequilibrare le difficoltà (e complicarmi in generale un altro po’ la vita^^) ho deciso a) di svolgere la challenge su questo blog, il che mi costringe a cercare necessariamente titoli che abbiano a che fare con tematiche LGBTQ, e b) tentare quanto più possibile di trovare libri in italiano (il che sarà un vero dramma e in alcuni casi probabilmente impossibile, ma insomma.^^ In molti casi ce la dovrei fare.^^)

Quindi, ecco l’elenco delle ventiquattro task. E vedremo a fine anno quante sarò riuscita a coprirne.^^

  1. Un libro pubblicato postumo: Il film della sua vita, Angelo Morino
  2. Un libro di genere “true crime”: Uno scandalo molto inglese, John Preston
  3. Un classico della fiction di genere (per esempio mystery, fantascienza, fantasy, romance…) Scomparso, Joseph Hansen
  4. Un fumetto scritto e illustrato dalla stessa persona: Fun Home, Alison Bechdel
  5. Un libro ambientato in uno dei cinque paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica)
  6. Un libro sulla natura
  7. Un western
  8. Un fumetto scritto o illustrato da una persona di colore La mia cosa preferita sono i mostri, Emil Ferris
  9. Un libro di letteratura coloniale o postcoloniale: Il ministero della suprema felicità, Arundhati Roy
  10. Un romance scritto da o su una persona di colore: Down by Contact, Santino Hassell
  11. Un classico dei libri per bambini pubblicato prima del 1980
  12. Il memoir di una celebrità
  13. Un libro tra quelli scelti dall’Oprah Club
  14. Un libro di scienze sociali
  15. Un libro che si legge in una volta sola: Alexis, o il trattato della lotta vana, Marguerite Yourcenar
  16. Il primo libro di una serie YA che non hai mai letto: Io sono buio, Kiersten White
  17. Un romanzo di fantascienza con protagonista femminile scritto da un’autrice donna
  18. Un fumetto che non sia pubblicato da DC o Marvel o Image
  19. Un libro di fiction di genere tradotto: Tutto quel che è tuo è mio, Sandra Scoppettone
  20. Un libro con una copertina che odi
  21. Un mystery scritto da un autore di colore o LGBTQ+
  22. Un’antologia di saggi
  23. Un libro con una protagonista più che sessantenne
  24. Un libro assegnato a scuola che hai odiato (o mai finito)

A occhio, credo che alcuni punti mi creeranno abbastanza problemi (e sono praticamente certa che non potrò trovare versioni italiane per tutti), ma per altri so già quali titoli sceglierò, probabilmente, e sono molto curiosa di vedere cosa ne verrà fuori.^^

Chiaramente, se qualcuno vuole unirsi è il benvenuto. Non ho ancora idea di come gestire la sfida: l’idea sarebbe di fare una recensione per ogni libro, ma non so se ne avrò il tempo e non ho ancora neanche deciso come comportarmi nel caso mi imbattessi in un romanzo che non mi piace (anche se probabilmente, conoscendomi, cambierò titolo). Quindi insomma, sarà un po’ un esperimento.

Per il momento so solo che pensavo di stare leggendo un romanzo adatto a coprire il punto 21, ma dopo averlo finito non credo di poterlo mettere in buona coscienza tra la narrativa a tematica LGBTQ, e mi toccherà quindi ripiegare su altro.^^ Per il resto, vedremo.^^

 

Annunci

9 pensieri su “Read Harder Challenge 2018

  1. Oddio, ma è fantastico! *__* Mi piace un sacco questa cosa, sarebbe bello partecipare. Però non saprei da dove iniziare, specialmente per certi punti. Devo dire, comunque, che ci sono idee troppo interessanti, potrei prendere nota di quelle perché tutte e 24 mi metterebbero in difficoltà. In particolare mi attira la letteratura coloniale o postcoloniale, come sarà? Mai letto niente in merito. Potrebbe essere la volta buona per pensarci.

    Grazie dei tuoi bei spunti, come sempre 😉

    Piace a 1 persona

    • Io la tengo d’occhio da qualche anno, è sempre interessantissima ma questa volta sembrava fatta proprio per me.^^
      La letteratura postcoloniale è una delle mie passioni, in realtà.^^ Non l’ho mai studiata sistematicamente ed è un campo *vastissimo* ma secondo me è una delle cose più interessanti mai prodotte in lingua inglese.^^ Se vuoi farti un’idea – e cioè, challenge a parte, secondo me vale davvero, davvero la pena ❤ – ti consiglierei di iniziare dall'India (per dire, Salman Rushdie è un classico moderno per una ragione, anche se per quanto mi riguarda "Il dio delle piccole cose" di Arundhati Roy resta irraggiungibile) ma ci sono proposte interessantissime anche dall'Africa e dai Caraibi.^^
      (In effetti, Rushdie tende molto al realismo magico, se non ti ispira quel genere forse faresti meglio a dare un'occhiata ai classici africani. Tipo, io ho in lista "Things fall apart" di Chinua Achebe da un'eternità: La nave di Teseo ne ha anche riproposto da poco una nuova traduzione, se ti interessa.^^ E lui è proprio il primo nome che esce quando si parla di letteratura postcoloniale.^^)

      Mi piace

    • Grazie!^^ ❤ Anche perché davvero, non so se mi sarei lanciata nell'impresa se non avessi visto la tua.^^
      Forse mi sono fatta prendere dall'entusiasmo e arriverò a novembre con più di metà delle task ancora da fare, ma per il momento ho trovato titoli che mi ispirano un sacco per quasi tutte, e insomma. Sono curiosissima.^^
      (E le liste di libri da leggere sono fatte per essere allungate, alla fine.^^ Io ormai ho letteralmente la *lista delle liste*, perché con i riepiloghi di fine anno continuavo a incappare in post di consigli così interessanti che facevo prima a salvarli per intero.^^)

      Piace a 1 persona

      • Anch’io ho trovato un sacco di titoli succulenti (per alcune task ho anche l’imbarazzo della scelta!). Io ho già dato per quanto riguarda arrivare a novembre con tutte o quasi le task da completare, quindi quest’anno mi impegno a essere più brava!💪
        Ahahaha, una lista di libri da leggere che non tenda a infinito non è una lista seria!😂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...