The country you meant

Chi avesse letto FOLCO SOTTO IL LETTO, ha trovato fra le righe alcuni versi di una poesia. Si tratta della poesia di Leonard Cohen che Bruno ha messo in musica per Mattia.

Siccome trovarla sul web è difficilissimo, per chi fosse interessato la postiamo qui.  Noi la amiamo. Amatela anche voi. =)

Untitled-1

Annunci

Come denti di leone – Jude

Da domani – 15 gennaio – dovrebbero entrare in vigore delle nuove normative di Streetlib che avranno come conseguenza l’impossibilità di pubblicare ancora romanzi gratuiti sulla piattaforma di Amazon. Il che significa – presumo – che da domani anche “Roots” sarà automaticamente a pagamento. La cosa non mi fa molto piacere, ovvio, ma non posso farci granché e quindi mi limito ad approfittare del fatto che a oggi è ancora gratuito per postare l’ultima delle moodboard creata durante la  sua stesura.^^ Dedicata a Jude, e al suo modo un po’ tenero e un po’ esasperante di puntare i piedi contro la vita, per poi lasciarsene trascinare lo stesso. (Soprattutto quando, ecco. Per “vita” si intende “Raven”).
E dato che mi è presa nostalgia, e ho riaperto il file di Come denti di leone, posto anche uno stralcio di quella storia, con la speranza prima o poi di riuscire a riprenderla in mano.^^

 

Jude - Come denti di leone (1)

Come denti di leone

Continua a leggere…

Come denti di leone – Jess

Continuiamo la presentazione dei personaggi del racconto che pubblicheremo tra poco – e che finalmente ha un titolo, “Roots”^^ – con l’ennesima moodboard dedicata al migliore amico di Raven diciassettenne: Jess.^^
Che presumo non conosca nessuno, perché anche ai tempi della Rosa credo di essere riuscita a evitare di parlarne, ma che in realtà ha sempre fatto parte della mia idea dell’adolescenza di Raven, Magda e Jude. Rispetto a quel primo abbozzo ha cambiato del tutto fisionomia, chiaramente: diciamo che della versione originaria è rimasto solo il nome, Jess, e il suo essere il primo grande amore di Magda.^^

In “Roots” è soltanto un personaggio secondario, ma in futuro spero di riuscire a scrivere altro su di lui perché mi ci sono già affezionata moltissimo. (Non che, ecco. Sia esattamente una novità. Trattandosi di me. Immagino…)

Come l’altra volta, sotto la moodboard un piccolissimo estratto della scena in cui viene introdotto nel racconto.^^

Come denti di leone - Jess

Continua a leggere…

Come denti di leone – Magda

Dato che ho finito ieri di revisionare pesantemente il primo racconto di “Come denti di leone” – a cui in realtà manca ancora un titolo, ma ci stiamo lavorando^^ – e Sabrina me l’ha appena approvato, segno che insomma, la cosa procede e quasi sicuramente vedrà davvero la luce in tempi non geologici, festeggio pubblicando un’altra moodboard fatta a tarda notte, quando si è troppo stanchi per scrivere ma si continua lo stesso a navigare Pinterest.

Questa volta si tratta di Magda, la sorella di Jude^^, uno dei primi personaggi femminili nati nella Rosa (e che tra l’altro, nella versione di quella storia che pubblicheremo come romanzo, avrà un ruolo ulteriormente approfondito).^^ Io adoro la donna che è diventata e provare a immaginarla ragazzina è stato divertentissimo: spero che piacerà anche a chi la ritroverà in questo racconto, e a chi magari la conoscerà da zero.^^

(Non sono del tutto sicura di come il colore portante del collage sia diventato il rosa, perché non era una cosa preventivata – affatto – ma, in qualche modo strano, penso che le si addica comunque.^^ E quella citazione – nonostante la dimensione elitista a cui rimanda, o forse proprio per quello – la descrive davvero bene.)

Come denti di leone - Magda (2)

Sotto il cut, un brevissimissimo estratto del racconto di suo fratello: la sua prima apparizione mentre si prepara per la parata del Pride.

Continua a leggere…

Come denti di leone – Raven

Raven adolescente (4)

Per tutte le persone che ci hanno incontrate con la Rosa e che hanno nostalgia di Raven&Jude, e soprattutto di un periodo in cui riuscivano a parlarsi senza litigare… Ci tenevo a dirvi che sto – finalmente, dopo anni di tentativi – lavorando alla storia del loro incontro da ragazzini.^^ Non sarà un romanzo vero e proprio, più che altro una serie di racconti e romanzi brevi, perché l’evoluzione del loro rapporto segue ritmi lenti e questa dimensione frammentata permette di rappresentarlo meglio di una struttura classica, ma si chiamerà quasi sicuramente “Come denti di leone” e la bozza della prima storia ha avuto proprio ieri l’approvazione della nostra lettrice di fiducia. Quindi insomma. È tutto da revisionare e ci vorrà ancora un po’ prima che sia pubblicata, ma sono speranzosa.^^

Per il momento, solo un moodboard fatto mentre cercavo di entrare nell’ottica di chi doveva essere Raven a diciassette anni – oltre a un rompiballe fenomenale, s’intende. E boh, potrei dire che l’abbondanza di arcobaleni è dovuta al fatto che il contesto del primo racconto è la parata del Pride, ma temo sia proprio solo lui. Jude ne sa qualcosa. Quindi: Pansexual Pride, James Baldwin, intersezionalismo militante e arcobaleni. E le radici native, chiaramente, anche se a diciassette anni deve ancora venirci un po’ a patti.^^

(Prossimamente, la presentazione degli altri protagonisti. Perché chiaramente ci sono anche dei personaggi secondari. E chiaramente io mi sono innamorata perdutamente di tutti. Spero che piaceranno anche a voi.^^ )

I segreti delle lucciole

I segreti delle lucciole 3

«Michele ha le labbra curve in un sorriso misterioso, una mano chiusa sulla sua maglietta: dita strette a pugno, all’altezza della vita, come per tenerlo indietro.
O per tenerlo, e basta.
Faceva lo stesso anche da bambino, quando scalavano le rocce e Fabio chiudeva gli occhi per paura di cadere. Ora quel gesto sembra caricarsi di suggestioni nuove, però, perché c’è la solidità del suo corpo a premere contro l’osso del fianco, quasi troppo vicino, e c’è la sua ragazza davanti a loro, accarezzata dalla luce, dall’ombra: una vertigine più profonda di qualunque altezza.»

(In inglese, innamorarsi è sinonimo di caduta.)

Perché a volte mi mancano un sacco e ieri stavo pasticciando con le foto e ho trovato quella citazione e ho dovuto mettere insieme una moodboard. *rolls*

(Il link al romanzo – disponibile gratuitamente su Amazon – è nella foto, se qualcuno fosse interessato).